Vai al contenuto
Diminuisci la visualizzazione Incrementa la visualizzazione Resetta la visualizzazione
SINP - Vai al Portale territoriale Provinciale
La Provincia avvia la Stazione Unica Appaltante

Un confronto operativo, aperto e costruttivo con i sindaci, per valutare insieme procedure e modalità della Stazione Unica Appaltante provinciale.
La Provincia, infatti, dopo un’attenta verifica della fattibilità del progetto all’interno della propria struttura, ha messo a disposizione l’Ufficio Appalti per affiancare i piccoli Comuni del territorio.  L’altro giorno è stato avviato il tavolo tecnico per definire, in tempi brevi, il percorso per la costituzione della SUA, che si occuperà non solo di lavori pubblici ma anche di servizi e forniture. Alla riunione, convocata dal presidente Antonio Pettinari, c’erano i sindaci dei Comuni fino a 5 mila abitanti e i presidenti delle Comunità Montane. Presenti anche Giorgio Palombini, assessore provinciale, Antonella Garbuglia, dirigente del settore Affari istituzionali, e Silvano Marchegiani, segretario generale dell’Ente.
Tutti hanno convenuto che una scelta di tipo consortile in materia di appalti pubblici, peraltro auspicata dalle stesse Amministrazioni comunali, rappresenta uno strumento molto utile non solo per venire incontro ai bisogni dei piccoli Comuni, spesso carenti di strutture e personale, ma anche per rendere più efficiente il sistema, riducendo i contenziosi e razionalizzando i costi, in un’ottica di massima trasparenza e correttezza, nel pieno rispetto peraltro del protocollo di legalità sottoscritto con la Prefettura di Macerata. Introducendo i lavori, Pettinari ha sintetizzato i contenuti del disciplinare di funzionamento della SUA e del relativo protocollo da sottoscrivere con gli Enti aderenti, entrambi presto approvati dalla Provincia.
Procedure di scelta del contraente, criteri di aggiudicazione, composizione delle commissioni di gara, soglie di appalto: sono stati diversi i punti approfonditi anche dal punto di vista tecnico da Matteo Pasquali, responsabile del Servizio Appalti della Provincia, oggetto di un ampio ed articolato dibattito che da un lato ha evidenziato l’apprezzamento dei Comuni, considerata anche la proroga al 1° gennaio 2014 dell’obbligo di associarsi in una stazione unica, dall’altro ha messo in luce una dialettica costruttiva su come si possa garantire, nel dettaglio, ai Comuni più piccoli un margine di autonomia funzionale ai dovuti livelli di celerità ed efficienza.
Pettinari ha quindi confermato la disponibilità della Provincia ad estendere il progetto della Stazione Unica Appaltante ai Comuni più grandi, garantendo la consulenza della struttura provinciale anche su altre procedure complesse come gli espropri. La bozza degli atti di riferimento verrà ora trasmessa a tutti i potenziali Enti aderenti così da raccogliere le eventuali osservazioni da recepire prima della definitiva approvazione.

  • Data di pubblicazione: 17/06/2013 ore 12:34
Condividi questa pagina con:
Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • Wikio IT
  • LinkedIn
  • MisterWong
  • Y!GG
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Alltagz
  • Ask
  • BarraPunto
  • blinkbits
  • BlinkList
  • Bloglines

Cerca nel sito